23 MAGGIO 2004 FESTA ANNUALE DELL'EXALLIEVO/A PDF Stampa E-mail
Scritto da Livia   
Saturday 10 July 2004

DOMENICA 23 MAGGIO 2004 PRESSO L'ISTITUTO SALESIANO S.MARCO FESTA ANNUALE DELL'EXALLIEVO/A
via dei salesiani,15 Mestre-Venezia

"La Santa Vergine ci aiuti a camminare per la via del cielo"(Don Bosco)
FESTA DI MARIA AUSILIATRICE

PROGRAMMA
ore 9.30 Accoglienza festosa
ore 10.00 Santa messa animata
ore 11.15 Incontro-Scambio di esperienze
ore 12.35 Inagurazione sala exallievi dedicata a
 Corrado Albanese
ore13.00 Pranzo in allegria...nel pomeriggio mini torneo di calcetto tra exallievi!

Carissimi Ex Allievi/e,
è con piacere che vi invito all'incontro annuale previsto per domenica 23 maggio. Qualunque sia la scuola salesiana che avete frequentato, questa è la vostra casa, perché questa è la casa di don Bosco. È un contatto, questo, che consente non solo di riscoprire volti amici e di rinverdire ricordi cari alla memoria, ma anche e soprattutto di ravvivare quelle idealità che vi sono state trasmesse negli anni giovanili, quelle che vi hanno guidato nelle scelte della vita, sorretti nei momenti di difficoltà, trasformati in educatori capaci di consegnare lo stesso patrimonio ma ora arricchito della vostra personale esperienza. Incontrarsi significa, allora, riscoprirsi, ricaricarsi, riprogettarsi; significa anche accogliersi gli uni gli altri per condividere, gioire, confortare, incoraggiare; nel segno di quell'ottimismo che è possibile quando si attinge alla Grazia di Dio e alla fedele amicizia di molti. Non vi sfugga che il nostro incontro avverrà alla vigilia della Festa di Maria Ausiliatrice. Per don Bosco, Ella era ed è il volto materno di Dio rivolto ad ogni ragazzo, era l'Aiuto nelle prove della vita, era la certezza d'una vittoria finale su ogni nostro male, compreso quel limite estremo che è la morte. È in questa sua luce che vorremo ricordare anche i Salesiani e gli ExAllievi/e defunti: gente che non è sparita dalla scena della nostra vita; semplicemente ci ha preceduto ed ora ci attira verso quella pienezza che è l’oggetto ultimo d'ogni nostra speranza. Il loro ricordo sarà, perciò, alimento alla nostra festa ed occasione per rinnovare l'impegno a corrispondere, con fedeltà, al dono di Dio: quello della fede, quello di don Bosco, quello dell'amicizia. Con un cordiale arrivederci. Don Giannantonio Bonato Direttore
Ultimo aggiornamento ( Friday 05 October 2007 )
 
< Prec.   Pros. >